Viaggiare con la mente

Viaggiare con la mente #7

Il caldo e l’afa fanno voglia di stare sotto al condizionatore e godersi un buon libro in santa pace. Qualcosa di leggero, pronto da mettere in borsa e portare in spiaggia quando subentra la voglia di mare.
Che il vostro genere sia più da occhiali rosa come Veronica o versione detective a caccia di omicidi come Rainbow, Noi abbiamo sempre la proposta per voi.

La proposta di Veronica

“Due cuori in affitto” di Felicia Kingsley

Copertina del libro di Felicia Kingsley, "Due cuori in affitto"

Summer lavora come scenografa. La serie televisiva The Elite sta per concludersi e lei sta girando l’ultima serie con la troupe negli Hamptons. Blake è uno scrittore famoso, con più di venti milioni di copie vendute al mondo, sta concedendosi una vacanza nella stessa casa dove Summer alloggerà. I due sono agli antipodi e embrano avere pochissimo in comune. Ogni soggetto diventa motivo di discussione.
La convivenza forzata li metterà a dura prova, imparando a condividere gli spazi comuni; a conoscersi e pian piano a darsi anche una mano diventando una costante l’uno nella vita dell’altra. Le cose sembrano finalmente procedere bene, eppure la perfezione creata potrebbe essere solo una facciata. Le intenzioni di Blake sono davvero genuine o no?

🕮

Non voglio spoilerarvi troppo! Due cuori in affitto è una commedia fresca, frizzante e leggera che allieterà le vostre ore dedicate alla lettura. La scrittura è scorrevole e qualche frase risulta forse un po’ melensa e banale. La storia si concentra sui due protagonisti per quasi tutta la durata del libro.

Lo consiglio? Sì. Tutto sommato è un chick lit divertente e dal finale un po’ scontato ma che arriva al cuore.

 

La proposta di Rainbowsplash

 

“Ballata dell’usignolo e del serpente” di Suzanne Collins

Questo mese, dopo aver riletto tutta la saga di “Hunger Games” sono riuscita a recuperare anche questo libro, uscito di recente,  che fa da prequel. Ammetto di averlo comprato con scarso entusiasmo, per paura dell’effetto “Cursed Child” e invece sono rimasta piacevolmente sorpresa, e l’ho divorato in meno di una settimana.

”Ballata dell’usignolo e del serpente” racconta la giovinezza del futuro Presidente di Panem Coriolanius Snow e del suo ruolo ai decimi Hunger Games. Con questo libro, la Collins arricchisce l’universo narrativo che aveva creato, e ci mostra la sfarzosa Capitol City in una veste più dimessa, subito dopo la guerra, e i primissimi Hunger Games, molto diversi e meno “glamour” rispetto a quelli che abbiamo conosciuto nella saga originale. Mi è piaciuto soprattutto come è stato approfondito il personaggio di Coriolanus: vediamo già i semi di quello che sarà il super Villain della saga, eppure qui lo conosciamo in una veste più “innocente”, quasi idealista, mentre si propone come mentore per i Giochi per ottenere una borsa di studio per l’università. La famiglia Snow ha perso il suo patrimonio, vive quasi nella miseria, ma nonostante tutto mantiene l’immagine di un rampollo benestante. Le sue speranze di andare all’università con una borsa di studio sembrano svanire quando gli viene assegnato il tributo femmina del distretto 12, che però si rivelerà essere una ragazza con qualche asso nella manica.

Davvero interessante se avete seguito con passione la saga originale, è un volume molto scorrevole. L’unico difetto? Il finale mi è sembrato un po’ troppo affrettato.

Potete seguirmi e aggiungermi su Goodreads per sapere cosa sto leggendo al momento e quali libri leggerò in seguito. 

7 commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: