Viaggiare con la mente

Viaggiare con la mente #4

Ogni anno invece dei buoni propositi, ci prefissiamo delle buone letture. Le liste non le stiliamo a Gennaio ma continuiamo a modificarle ogni mese. Ogni libro che sembra interessante si va ad aggiungere a quella lista infinita a cui attingiamo quando andiamo a fare scorta.

Ci prefissiamo però un numero preciso di storie da leggere entro l’anno. Mai quali ma solo quante. Crediamo sia difficilissimo scegliere quali letture leggeremmo per il resto dell’anno. I libri ti chiamano ed in certi periodi hai bisogno di un protagonista che entri nella tua vita piuttosto che un altro. Così non importa se sono dieci, quindici o venti i libri prefissati, speriamo alla fine che ci lascino qualcosa. A volte un vuoto, a volte una felicità incontrollata, altri una riflessione, uno spunto. Il bello dei libri è proprio questo.

Troviamo anche dei libri che non sono a noi affini. Cosa farne? Regalateli. Il tempo è troppo breve per andare dietro a storie noiose. Chiudete quel libro e iniziatene uno nuovo.

La proposta di Veronica

“La piccola farmacia letteraria” di Elena Molini

Blu è una trentenne single che condivide casa con altre tre ragazze. Tutte più o meno nella sua stessa condizione, tutte alle prese con i problemi della vita. Tra tutti il lavoro, Blu ne ha cambiato diversi nel corso degli anni, tutti improntati sul suo sogno: lavorare nel mondo dei libri. Era anche riuscita a farlo per un periodo ma a volte la vita ti mette i bastoni tra le ruote. Questo non l’ha fermata e ha deciso di aprire la sua piccola libreria nel centro di Firenze, città in cui vive. Andare avanti quando hai una tua attività non è facile, finché non arriva l’illuminazione: trasformare i libri in medicine per l’anima. Divisi per categorie, indicazioni e posologia, i libri diventano rimedi naturali per depressione, ansia, o semplicemente aiutano in scelte difficile. 

In un susseguirsi di personaggi, piccole avventure e un grandissimo successo de “La piccola farmacia letteraria”, Blu cerca di destreggiarsi tra questi e un misterioso ragazzo che sembra essere uscito dalle pagine del Grande Gatsby. Riuscirà la nostra eroina a vivere la sua più grande favola letteraria?

🕮

Una sferzata d’aria fresca, solo così si può definire il libro d’esordio della Molini. La sua scrittura e veloce, spigliata, a tratti comica ma soprattutto coinvolgente. Una volta preso in mano il libro, ? difficile posarlo. Un romanzo che ha tutti gli elementi per appassionare tutti.
La storia d’amore è solo marginale perchè questo non è un romanzo d’amore ma un inno alla vita, all’amicizia e soprattutto ai libri ed il loro potere che hanno sull’animo umano. Inoltre La piccola farmacia letteraria esiste davvero, se andate a Firenze potrete entrare e magari comprare il vostro rimedio naturale ai vostri malanni!

Potete seguirmi e aggiungermi su Goodreads per sapere cosa sto leggendo al momento e quali libri leggerò in seguito. 

La proposta di Rainbow

Nos4a2, di Joe Hill

Come probabilmente molti altri lettori, anche io sono arrivata al libro dopo aver visto la serie tv su Prime Video (che consiglio caldamente). Nos4a2 è un volume da più di 650 pagine, che scorrono via come se fossero meno della metà, grazie alla scrittura lineare in puro stile Stephen King.

La protagonista di Nos4a2 è Victoria McQueen, e ha un dono: riesce a ritrovare gli oggetti scomparsi passando attraverso il sottile confine tra la realtà e il mondo del pensiero. Ma non è la sola ad avere questo tipo di potere, e soprattutto non tutti usano questo potere per fare del bene. Charlie Manx, infatti, lo usa per rapire bambini e risucchiarne l’energia vitale, come un novello vampiro. 
Nonostante libro e serie tv differiscano un po’ nella storia, li ho apprezzati entrambi. Il libro, pur essendo di base una storia horror, non cade mai troppo nello splatter e anzi, genera inquietudine ad un livello più profondo. La lotta tra Vic e Manx vi terrà incollati fino all’ultima pagina, col fiato sospeso, lasciandovi un senso di vuoto alla fine, come solo un buon libro sa fare.

Piccola chicca: se siete fan di Stephen King, amerete tutte le citazioni alle sue opere presenti in Nos4a2, facilmente spiegabili: Joe Hill è infatti il figlio di King, e sembra aver ereditato dal padre la capacità di ammaliare il lettore e trascinarlo nella lettura.

← Rubrica “Viaggiare con la mente”

Lost Wanderer

veronica

Lost Wanderer

26 commenti

  • Alessandra Cortese

    Amo leggere e durante la quarantena ho letto ancora di più. Mi è piaciuto molto seguire la Maratona Letteraria sul web in occasione della Giornata del Libro perchè sono sempre a caccia di nuovi spunti. Mi incuriosisce molto il primo romanzo di cui hai parlato in questo post: lo metto in lista. Grazie!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: