Make-Up & Rainbows

Tutto quello che ho imparato sulla cura dei capelli

Era da un po’ di tempo che volevo scrivere questo articolo, ma devo dire che c’è stato un evento in particolare che mi ha spinto a scriverlo proprio ora. La settimana scorsa ho partecipato ad una festa in discoteca per martedì grasso e qualche giorno dopo sulla pagina Facebook del locale sono uscite le foto scattate durante la serata. Immaginate quelle foto di gruppo in discoteca scattate dall’alto sotto le luci stroboscopiche… Dubitavo fortemente di riuscire a riconoscermi in una di quelle foto, fino a che, in un angolo, in una massa di teste scure e opache, ne ho notata una che brillava in pieno stile vampiro di Twilight… la mia. Credo di aver realizzato solo in quel momento il significato dell’espressione “capelli luminosi” e mi sono resa conto di quanto cure e attenzioni possano fare la differenza per la salute del capello.

Quindi eccomi qui, con tutto quello che ho imparato sui capelli e come prendersene cura. Perché si sa, spesso i capelli sono la nostra croce e delizia.

  1. Conosci te stesso

Ti darò lo stesso consiglio che ti ho già dato nel mio articolo sulla skincare: impara a conoscere i tuoi capelli, impara a capire di cosa hanno bisogno di giorno in giorno. Ricorda che i tuoi capelli non sono sempre uguali. Ci saranno giorni in cui avranno bisogno di più idratazione, giorni in cui saranno più grassi, giorni in cui saranno spenti. Prima di scegliere il trattamento da usare guarda i tuoi capelli e impara a diversificare i prodotti in base alle esigenze specifiche di quel giorno.

Innanzitutto cerca di capire che tipo di capelli hai. Conosco moltissime persone convinte di avere i capelli grassi perché devono lavarli ogni due giorni. In realtà questa è la normalità, e si possono definire capelli grassi solo quelli che si sporcano entro ventiquattr’ore dallo shampoo.

2. Obiettivi

Proprio come con la skincare, poniti degli obiettivi raggiungibili per i tuoi capelli. Se hai i capelli ricci e il tuo obiettivo e di averli lisci, non sarai mai soddisfatto, e ti sottoporrai ad un sacco di trattamenti che stresseranno il tuo capello, peggiorandone l’aspetto. Impara ad amare i capelli che hai, e a capire come migliorare la base di partenza. Sono ricci? Poniti come obiettivo quello di avere ricci morbidi e definiti. Sono lisci? Cerca di ottenere un po’ di volume sulle radici per evitare l’effetto spaghetto. Piccole cose, ma realizzabili e che possano darti grandi soddisfazioni.

3. Shampoo e balsamo

Per detergere il capello ti servirà un buono shampoo. Una volta capito che tipo di capello hai, vai a tentativi fino a trovare quello che fa per te. Io personalmente, soprattutto se hai i capelli lunghi, consiglio lo shampoo solido: dura molto più a lungo di quello liquido, anche se tende a essere più “aggressivo”, quindi se hai la cute sensibile potrebbe non essere la scelta migliore. Sui capelli lunghi, poi, ti servirà un buon balsamo per districare le lunghezze ed evitare i nodi. Il mio dinamico duo è costituito da New e Veganese, entrambi disponibili da LUSH.

4. Pensa verde

I siliconi presenti nei classici shampoo da supermercato creano una “pellicola” sul capello, e lo rendono brillante. Quindi magari potresti trovarti a pensare “wow, che bella chioma che ho!”. La prova del nove è passare ai prodotti green, ma posso assicurarti che non sarà facile. Devi darti almeno due/tre mesi per ripulire il capello dai siliconi, e i primi tempi i tuoi capelli ti sembreranno orribili, stopposi e indisciplinati. Non andare nel panico, è che stai vedendo per la prima volta quello che è DAVVERO il tuo capello. Da lì potrai partire per capire di cosa hai bisogno e crearti una nuova hair routine. Prova a fare almeno un tentativo con prodotti per capelli naturali, e vedrai che non potrai più farne a meno. Dopo lo shock iniziale, i tuoi capelli pian piano si riprenderanno, mostrandosi al meglio. Io ormai sono passata ai prodotti Green da quasi dieci anni, e non tornerei mai indietro. Ho risolto problemi di sensibilità della cute e non ricordo nemmeno più come siano fatte le doppie punte.

5. Olio e aceto

No, non ti sto suggerendo un modo facile e veloce per condire l’insalata, ma ti sto consigliando due prodotti che diventeranno preziosi alleati dei tuoi capelli. Gli impacchi con gli oli, soprattutto sulle punte, rendono i capelli morbidi e brillanti. Se investi molto tempo nello styling con la piastra o con l’arricciacapelli, nutrire le lunghezze con un impacco di olio preshampoo ti aiuterà a non rovinarle. Il mio preferito è l’olio di avocado, che lascia i capelli morbidissimi, una volta a settimana.

Per quanto riguarda l’aceto, è una scoperta recente anche per me. In giro ti potrà essere capitato di imbatterti in prodotti venduti come “risciacquo acido” o “aceto da risciacquo”, il cui scopo è chiudere le scaglie del capello a fine shampoo, rendendo la chioma più brillante. Provare per credere, l’effetto wow è assicurato! Io uso l’aceto da risciacquo di Yves Rocher.

6. Trattamenti

Nessuno di noi ha mai tempo per fare nulla, vero? Però i trattamenti sono una parte importante nella cura del capello. Un impacco preshampoo, fatto con costanza, dà degli ottimi risultati sul lungo termine. Se sei solito fare la doccia appena sveglio, prova ad applicare l’impacco prima di andare a dormire, avvolgendo i capelli in un asciugamano o in un panno in microfibra. I lunghi tempi di posa ti garantiranno che il capello assorba al meglio i nutrienti. L’ideale sarebbe farli ogni volta che ci si lava i capelli, ma anche solo una volta a settimana possono dare dei risultati soddisfacenti, soprattutto all’inizio. I miei preferiti sono Coccoliva, Radici, il trattamento alla spirulina di Gyada Cosmetics.

7. Fonti di stress

La prima fonte di stress per i capelli è il calore. Anche il semplice phon può rovinarli, se usato in maniera troppo ravvicinata. Per prevenire i danni, valuta di usare un termoprotettore sui capelli umidi, e riduci al minimo l’utilizzo di piastre e arricciacapelli. Se prevedi di passare tre giorni a casa o al massimo andare al supermercato, hai davvero bisogno di passare la piastra?

Anche tinte e decolorazioni mettono a dura prova il capello. Se puoi, prova le erbe tintorie naturali o l’henné. Il risultato sarà sicuramente meno vivo, ma sottoporrai la tua chioma ad uno stress decisamente minore.

Se sei stressato o è un periodo particolarmente no, i tuoi capelli potrebbero risentirne. Se ne stai perdendo molti, o sono opachi e rovinati, valuta col tuo medico se assumere un integratore a base di biotina per dare una spinta alla salute dei tuoi capelli.

8. Hai un amico in me

Ok, chi vi parla è una che per anni ha visto il parrucchiere come il proprio nemico giurato, a cui chiedere “solo una spuntatina e niente di più”, praticamente un attentatore dei capelli.

Ma mi sbagliavo. Un parrucchiere è un professionista, e dovrebbe essere in grado di metterti a tuo agio, ascoltare le tue richieste e suggerirti al meglio. Se non riesci a creare un rapporto di fiducia con il tuo parrucchiere, forse non è quello giusto per te. Prova a cambiare. A inizio anno ho deciso di dare un taglio importante alla mia chioma, passando ad un sidecut. Ero terrorizzata dall’idea di passare ad un taglio così estremo, ma ho trovato una persona in grado di rassicurarmi, che mi ha capito al volo, e mi ha fatto provare una versione “light” del sidecut per capire se fosse adatto a me. Mi ha messo subito a mio agio, e mi sono resa conto di aver vissuto male per anni il rapporto col mio parrucchiere semplicemente perché non mi sentivo libera di parlare con lui. Trovate un parrucchiere che vi faccia sentire bene, che vi faccia piacere rivedere ogni volta, e vedrete come cambierà il vostro rapporto con l’appuntamento in salone. Un buon parrucchiere può darvi i consigli giusti, e si rivela un grande amico nella cura della vostra chioma.

E voi? Che rapporto avete coi vostri capelli?

21 commenti

  • Veronica Sala

    Io ho provato di tutto sui miei poveri capelli, dai prodotti naturali a quelli professionali super cari, non sono ancora riuscita a trovare qualcosa di adatto! Devo provare però il risciacquo acido, sperando sia la svolta.

  • Demetra Wiccan

    Io dopo tanto tempo, ho trovato la parrucchiera che fa per me, li taglia come le chiedo io e siccome io e altre sue clienti prediligiamo i prodotti bio, ci è venuta incontro comprandoli

  • sabrinalettiero

    Bellissimo articolo. Da ex parrucchiera, ho sempre avuto una particolare cura per i capelli e un infinita attenzione nella scelta dei prodotti. Devo dire che l’utilizzo di prodotti professionali e sempre più naturali fanno davvero la differenza.

    • rrainbowsplash

      Io ho dovuto iniziare a stare attenta ai miei capelli perché soffrivo di dermatite seborroica, e ho imparato che con i giusti prodotti i miei capelli mi ringraziavano, da lì non ho più smesso

  • Giovy Malfiori

    Io, da un anno circa a questa parte, ho imparato a usare solo prodotti di gran qualit?. Sui miei capelli, almeno, fanno la differenza.

  • Julia

    Troppo spesso non gli dedico il tempo che vorrei… ma approfitto di questo periodo per rimediare! Sono curiosa di sperimentare i tuoi consigli

  • lisatrevaligie

    Io ? un po? che sono passata al green, usando i prodotti della saponaria, shampoo arancio e limone. Ma hai ragione, i primi tempi i capelli erano ingestibili! Dopo due settimane ho cominciato a vedere gli effetti del cambiamento. Ho provato anche io l?aceto da risciacquo di yves roches ma sui miei capelli non funziona.

  • Amalia

    Grazie per questo artico interessante, conoscevo le potenzialit? dell’aceto ma non dell’olio. Prendo nota per implementarli nella cura dei miei capelli!

  • Maria Domenica

    Il mio rapporto con i miei capelli ? “leggermente” problematico. Ricci, crespi, indomabili e folti ma amati, spesso e volentieri sono sottoposti al taglio da parte della mia parrucchiera. Prover? per? a seguire i tuoi consigli: magari riuscir? a dar loro una forma.
    Maria Domenica

  • Sheila S

    io ho provato ottimi shampoo ai siliconi dall’effetto wow dei capelli ma una volta finiti di usare una tragedia per sistemarli

  • Jessica

    Il mio rapporto con i capelli ? drastico. Da chioma super liscia ho sempre desiderato i ricci e le onde o almeno un pochino di volume alla radice! Uso spesso impacchi all’olio di cocco e di oliva per nutrire le mie punte visto che abuso di ferro e piastre (vanamente, ma provo e ri-provo ad arricciarli) . Da stasera per? user? la dritta dell’ impacco serale per ottimizzare i tempi ! ?

    • rrainbowsplash

      Per dare volume alle radici prova con Coccoliva di Parentesi bio e gli shampoo big o Jersey buonce di LUSH!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: