Consigli di viaggio

Tips & Tricks: Vivere come un Local

Programmare un viaggio è la cosa più rilassante che io abbia mai fatto; lo so, state pensando che io sia pazza, che viaggiare mette ansia, che c’è lo stress a cercare un buon posto dove stare, a non spendere un capitale per staccare il biglietto aereo, senza contare i soldi che si spendono quando si è a destinazione. Eppure, non dev’essere sempre così stressante, in questa rubrica vi darò qualche dritta per viaggiare al meglio senza mettervi le mani tra i capelli perché non sapete dove sbattere la testa prima!

Confrontare è il verbo chiave quando si prenotano le vacanze; confrontare prezzi, siti, opinioni con chi ha già visitato quella meta. Lo sbaglio più grande che si possa fare è consultare solo il sito della compagnia aerea e farsi fregare con i loro pacchetti “flight + hotel” dove i prezzi sono sempre leggermente pompati.
Se siete alle prime armi come viaggiatori, sicuramente cercherete un bell’hotel con piscina e colazione inclusa. Fate bene sicuramente, viziarvi è qualcosa che di sicuro non rimpiangerete ma badate bene che più cercate confort e comodità, più i prezzi si gonfiano. Meno pretese avrete, un miglior prezzo riuscirete a beccarvi; ovviamente non vi sto dicendo di prenotare una bettola, ma cercate a lungo, non fermatevi solo a Trivago per prenotare o altri siti dello stesso genere.
Ci sono tante soluzioni, adatte a qualsiasi tipo di viaggiatore; quello low cost vi assicurerà che gli ostelli sono la cosa più divertente dove stare: incontri gente nuova di tutti i paesi e se non ti importa di dividere la camera e/o il bagno con altra gente, allora join the wagon! Poi c’è il “solo da quattro stelle a salire” che snobberà qualsiasi cosa che scenda sotto perché se no che vacanza è se non siete indulgenti con voi stessi?
E poi ci sono loro, quelli che vogliono vivere come i local, immergersi nelle strade e immaginarsi come sarebbero avere una casa in un paese straniero solo per qualche giorno. Vestire i panni di un cittadino qualsiasi anche in vacanza, assaporando odori, suoni e anche rumori che in una stanza d’albergo mancano.

Se siete di quest’ultima categoria, la soluzione migliore per voi è sicuramente cercare su AirBnB. Ci sono soluzioni di tutti i tipi in realtà: dal simil ostello dove affitti una stanza dove altre persone potrebbero dormire o affitti una stanza privata e passi qualche giorno con il tuo host, la persona che ti ospita, che sicuramente potrà darvi consigli utili; oppure affittare un intero appartamento, solitamente è la soluzione migliore quando siete in tanti e volete spendere pochissimo! O anche in coppia non è male, solitamente si risparmia almeno una cinquantina di euro rispetto all’hotel, tenendo ben presente che quella che vi trovate è una vera casa, con utilizzo di cucina e quindi basta fare la spesa per qualche giorno che già avete risparmiate sulle colazioni fuori e anche qualche altro pasto se vorreste rincasare prima per cena! Un pasto cucinato, costa un terzo se non un quarto di quello che potreste sborsare in un ristorante.
Avete la comodità che nessuno disturbi per rifarvi la stanza e se state di più, molte case offrono anche la lavatrice che non è mai una brutta cosa!

Pensateci, tornare ogni sera nella stessa casa e rilassarsi sul divano, davanti la tv magari o buttarvi nel vostro letto o meglio ancora, farvi una tazza di te caldo e stare a guardare fuori dalla finestra cosa succede attorno a voi. Respirare l’aria di come sarebbe quella vita vissuta in quella determinata città. Il solo pensiero mi manda in visibilio e mi fa pensare alla prossima vacanza.

Ovviamente come succede con gli hotel, anche con le case potrebbero capitarvi brutte sorprese, ma solitamente AirBnB fa continui controlli e la maggior parte del tempo le foto sono molto attendibili e rispecchiano al 96% le condizioni della casa/stanza in cui andrete ad alloggiare. Tenete presente che potrete messaggiare l’host in qualsiasi momento e qualora ci fossero problemi, la prova nera su bianca la avrete a portata di mano ed il servizio clienti risolverà la questione per voi.
Io ho usato il servizio tre volte ormai e non mi sono mai trovata male, anzi. Le case sono sempre state meglio di ciò che mi aspettavo e gli host erano sempre super carini e gentili.

Se dovessi scegliere tra le due soluzioni, casa o hotel, la seconda è quella che cerco per prima perché la prima cosa che penso è non volere lo sbatti di pensare a nulla ed avere la colazione gratis e in abbondanza; poi ci rifletto su e non capisco perché in vacanza, davanti al buffet si perde ogni dignità e si mangia il triplo di quello che si mangia a casa dove latte e cereali bastano a saziarci fino a pranzo! Alla fine pero finisco a scegliere la prima opzioni per parità di confort e prezzo!

Ma andiamo più nello specifico su come utilizzare il sito: la prima cosa da fare è creare un profilo così da accedere ad ulteriori sconti; spesso e volentieri alcuni appartamenti hanno degli sconti se li prenotate per una o più settimane o mensili se intendete starci per più di 30 giorni.
Avrete tutte le foto della casa a vostra disposizione come riferimento per l’intero alloggio e una lista di servizi in dotazione, come appunto vi spiegavo sopra: la lavatrice, il ferro da stiro, il riscaldamento, il condizionatore, l’ascensore, la tv ecc. Lo stesso vale per gli essenziali come asciugamani, shampoo. Ovviamente come in ogni appartamento, ognuno imposta le proprie regole, leggetele bene prima di prenotare; spesso vi comunicano gli orari oltre il quale non potete fare troppo casino e/o che non sono ammesse feste in casa o animali.
Ricordate inoltre che non essendo un albergo, nessuno vi preparerà la colazione, ne vi rifarà il letto. Ecco perché uso l’espressione vivere come un local: e come se fosse casa vostra anche se solo per qualche giorno, dandovi l’illusione di abitare in quella città e riuscire a integrarvi al meglio.

E voi, cosa ne pensate, continuerete a prenotare solo ostelli e hotel o sareste disposti a dare una chance al vivere come locals?

Potrete avere anche 25€ di sconto se vi iscrivete per la prima volta seguendo questo link https://www.abnb.me/e/IP4arSdgdQ

Happy browsing for your next destination!

 

DISCLAIMER: Questo articolo non è sponsorizzato in nessun modo e non è affiliato alle aziende sopra citate.

20 commenti

  • alicbordignon92

    AirBnb ? il miglior sito che consiglio quando si viaggia da soli. Oltre all’ostello che permette di condividere delle stanze e conoscere delle persone, che si trovano magari nella tua stessa situazione, AirBnb permette di stare a contatto con i locali ed ? per questo che consiglio sempre di prendere una stanza e vivere con il “padrone”, per conoscere non solo la storia della citt? che si visita dal punto di vista “anti-turistico”, ma anche per cucinare insieme specialit? locali e vivere insieme delle esperienze che oggi la community ci permette di fare.

  • Deborah

    In base alla meta, l’opzione appartamento ? quella che preferisco! Hai totale libert? su come gestirti orari e altro durante il soggiorno e nella maggior parte dei casi ? l’opzione pi? economica!

    • Veronica

      Soprattutto se una sera ti va di cucinare, puoi farlo in tutta tranquillit? e sicuramente spendendo meno che andando a mangiare in un ristorante!

  • Laura

    Ciao Veronica, la soluzione che consigli ? adatta per permanenza lunghe a mio avviso. Per pochi giorni io prediligo l’hotel . Concordo pienamente con te sulla comodit? e relax di poter godersi la vacanza coi propri tempi e magari risparmiare anche evitando pasti sempre fuori casa ?

    • Veronica

      Credo dipenda tutto dal modo in cui vuoi “vivere” un viaggio. Io l’airbnb lo scelgo spesso anche per viaggi di pochissimi giorni. 🙂

  • sowmyasofia

    Per vivere come un local in un posto non basta andare a dormire in un Air B&B, e non basta una settimana. Io sono in Polonia da mesi e ancora sono lontanissima dal vivere come un local 🙂

    • Veronica

      Sicuramente ma se si ha a disposizione solo una settimana, e si vuole provare a vedere come sarebbe la vita l?, credo che le accortezze di cui ho scritto, favoriscano chi ci vuole provare solo per pochi giorni. 🙂

  • Elisa

    Viaggiare e vivere come un local secondo me non ? facile, anche se si cerca di “mimetizzarsi” in qualche misura.
    Nella mia esperienza, al di l? dei tipi di sistemazioni pi? o meno economiche, confondersi realmente con la gente di un posto ? molto difficile, a meno di non essere accompagnati o consigliati in maniera disinteressata da qualche persona del luogo.

    • Veronica

      Se hai pochissimi giorni ? difficile, ? vero, ma gi? vivere in una casa “tua” per quel weekend o quella settimana, andare a fare la spesa al mercato locale e passeggiare intorno al quartiere dove soggiorni sono tutte piccole accortezze che ti fanno immaginare come sarebbe vivere in un luogo. Il bonus sarebbe parlare anche con i locals del posto. 🙂

  • Monica Colombo

    Anche noi abbiamo usato spesso Airbnb soprattutto per i soggiorni brevi e ci siamo sempre trovati benone.

  • Giada Capotondi

    Anche io sono una grande fruitrice di Airbnb. Da quando l’ho scoperto qualche anno fa sono stata in tantissime case, molte delle quali davvero stupende. Oltre al fatto che tante volte (soprattutto nelle grandi citta’) si riesce a risparmiare, adoro il fatto di poter vedere come sono fatte le case in tutto il mondo. Ricordo con piacere alcune case di Cuba, degli States, in Norvegia e in Inghilterra come alcuni dei posti piu’ belli in cui ho dormito!

  • Valentina

    Anch’io guardo sia trivago che airbnb, e ce ne sono anche altri di siti. Con airbnb mi sono trovata male solo 2 volte, per fortuna erano pochi giorni. A volte ti capitano gli host isterici, ma io non li ascolto nemmeno, e mi faccio i fatti miei. E chiedo tutte le info che mi servono all’ host, e se mi dice che una cosa c’?, ci deve essere, senza storie.

    • Veronica

      Ovviamente se ti promettono qualcosa durante la permanenza, devono rispettare gli accordi. Fortunatamente io non ho mai avuto problemi finora.

  • Annalisa Artoftraveling

    Articolo molto interessante, ho avuto sempre timore di fissare con AirBnB, ma se mi dici che fanno continui controlli e le foto sono attendibili, la prossima volta ci provo! 😉

    • Veronica

      Credo che anni fa fosse molto peggio come sito. Io lo uso da un paio di anni e non ho mai avuto problemi; ho trovato sempre host super disponibili, appartamenti fedeli alle foto quindi s?, te lo consiglio. Anche solo per provare una volta!

  • centrifugato di mamma

    Per me dipende molto da che tipo di viaggio voglio fare: uso spesso airbnb (e concordo quando dici che ti permette di vivere pi? come un locale) e mi son sempre trovata benissimo. Ma a volte ho scelto di non pensare e farsi accompagnare in tutto e per tutto con un pacchetto.

    • Veronica

      Ovviamente dipende dal viaggio, anche io a volte alloggio ancora in hotel. Spesso si tratta di convenienza anche, a volte di posizione. 🙂

  • Annalisa

    Noi abbiamo sempre cercato di immergerci nelle tradizioni, nella cultura del paese che visitiamo. Ci piace vivere come autoctoni, per capire meglio il paese, la nazione che ci ospita. Andiamo in albergo per comodit?, ma ora stiamo valutando il camper. Ormai abbiamo anche un cane e non tutti gli hotel e le case vacanza accettano animali. Quindi… tutta vita a bordo!!

    • Veronica

      Una scelta saggia, il camper non l’ho mai provato ma sicuramente dona quell’indipendenza di cui potreste avere bisogno con un cane a seguito.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: