Edimburgo travel guide
Europa,  Guide di Viaggio,  Regno Unito

Edimburgo: Guida di Viaggio

AeroportoEdimburgo è viva di storia, di cultura, di architettura, di persone, di parole, odori, colori e sentimenti.
Una città di alti e bassi, salite e discese, vecchio e nuovo che convivono, coesistono a pochi millimetri gli uni dagli altri. Non c’è dubbio che una volta che metterete piede nella capitale scozzese, ve ne innamoriate; è quasi scontato.

La capitale della Scozia ha tutto quello che serve per offrire una piacevole vacanza; che siate da soli, in coppia, in famiglia o tra amici, non le manca niente.

Le strade larghe e piene di negozi si diramano per tutta la Old Town dandosi i cambi con gli spazi verdi e le colline da scalare che offrono i parchi a poca distanza da esso.
Piena di locali e musei e gallerie, la città vibra di vita da ogni suo angolo, ogni suo close, le vecchie strade dell’Edimburgo del 1600 che iniziavano a diramarsi sempre più in alto e che ricordano molto le Diagon e Nocturn Alley dei libri e film di Harry Potter, dopotutto l’autrice del maghetto più famoso dei nostri tempi è proprio qui che ha iniziato a scrivere la sua storia che l’ha fatta diventare la seconda donna più ricca del mondo.

Alla scoperta di Harry Potter

Seduta ad un tavolo della piccola caffetteria indiana “Elephant Head” un tempo stava J. K. Rowling. Il locale è pieno di ninnoli e piccole statue di elefanti, tutte decorate con colori sgargianti; drappi rossi ovunque e piccoli tavolini che danno su un piccolo prato verde. Qui, la scrittrice ha dato vita alla sua più celebre saga che ormai ognuno di noi porta nel cuore.

All’entrata del locale, un foglio indica che se siete solo visitatori curiosi alla ricerca di un piccolo pezzo di storia, siete pregati di donare un pound nella box delle offerte così da poter entrare, a meno che non vogliate consumare qualcosa ma in quel caso, dipende molto da che giorno e in che ora andate perché potreste trovarsi ad aspettare in una fila molto lunga ancora oggi, dopo anni.
Se siete fortunati invece, riuscirete ad entrare senza problemi e ritrovarvi davanti la bacheca con tutto ciò che riguarda la caffetteria e l’autrice di Harry Potter ancora agli esordi. Troverete persino qualche foto della donna da giovane, con ancora i suoi capelli rossicci e l’aria assorta di una persona che scriveva ancora a penna il suo futuro libro.
C’è persino un interessante articolo sul nome di Tom Riddle – o Lord Voldemort – e di come la Rowling ne trasse ispirazione dalla tomba di Thomas Riddell, trovata ne cimitero vicino alla caffetteria.

Greyfriars Bobby

Greyfriars Bobby, la statua del cagnolino più famoso di Edimburgo, vissuto ben quattordici anni, di cui dodici sulla tomba del padrone sepolto a Greyfriars Kirk, vi indicherà la via al cimitero dove, tra vecchie tombe illeggibili, statue un po’ raccapriccianti e forme di teschi un po’ ovunque, riuscirete a scovare il signor Riddell. Se siete fortunati e ben attenti, potreste persino vedere un Sirius Black o uno Stark di Grande Inverno ma, sfortunatamente credo fossero nella parte chiusa al pubblico e sono riuscita a trovare solo il – più o meno – omonimo di Voldemort.

Edimburgo Sotterranea

In tema di cose raccapriccianti e un po’ spaventose, troverete Edimburgo una città piena di cimiteri, tour sui fantasmi, sulle leggende della città e i suoi morti e tour nella Edimburgo sepolta come quella del “Mary King’s Close”.
Avendo partecipato a quest’ultimo, posso solo dirvi che c’è molto più di quello che si vede in superficie.  Sotto le strade della Old Town della capitale scozzese, si nasconde un mondo fatto di storia, dove numerose vite hanno vissuto e si sono consumate a causa della peste. Il tour vi porta nei sotterranei della città, vi mostra come viveva la gente dell’epoca, vi racconta storie di fantasmi e alla fine avrete persino la vostra foto ricordo come ogni attrazione che si rispetti, il tutto guidato da un abile guida che sa intrattenere il pubblico per l’ora spesa sottoterra.
Il biglietto del tour ha un prezzo accessibile a tutti ma se non siete interessati alla storia o siete claustrofobici e non avete scarpe da ginnastica con voi in viaggio, non è adatto a voi.

I punti panoramici di Edimburgo

Panorama da Arthur's Seat All’aria aperta ci sono molteplici alternative ovviamente. Le numerose colline che trovate a pochi passi dal centro, non vi faranno mancare delle viste mozzafiato anche perché, il fiato, vi mancherà un po’ dopo la scalata di un’ora se mai vorrete andare nel punto più alto della città e riuscire a vederla tutta dall’alto.Sto parlando di

Arthur’s Seat, non fatevi ingannare dal nome perché non ha nulla a che fare con Merlino, la Spada nella Roccia e compagnia bella. E’ però il posto migliore per panoramiche da urlo.

Entrando da Hollyrood Park, e iniziato la salita che vi porta a metà della collina, avrete già una splendida visuale, ma più scalate i ripidi scalini sdrucciolevoli fino ad arrivare a scalare davvero e appigliarvi a qualsiasi cosa pur di salire in cima, più capite che sarà valsa la pena di quella fatica e di tutto il sudore buttato in quel tempo.

Se invece non avete proprio voglia di affaticarvi ma siete comunque disposti a fare qualche salita – e lo dovrete essere a prescindere in questa città – potete sempre godervi la vista da Calton Hill, vicino ad Hollyrood Park e Hollyrood Palace, la residenza scozzese della Regina, anche questa a pagamento.

Cos’altro vedere ad Edimburgo

Amanti dell’arte invece rallegratevi, musei e gallerie sono nella stragrande maggioranza aperti al pubblico a costo zero. Quindi potrete tranquillamente passare il vostro tempo nella Galleria d’Arte Moderna, o il Museo della Guerra o il Museo Nazionale Scozzese che, degno di nota, mette in mostra la pecora Dolly e ha oggetti interattivi con cui potrete giocare e divertirvi!
E a proposito di divertimento, se avete voglia e tempo, fate un salto alla Camera Obscura con i suoi cinque piani di divertimenti tra stanza degli specchi, la stanza che rimpicciolisce e allunga il corpo, le varie illusioni ottiche e i giochi che potrete usare pe rendervi più vecchi o giovani e non dimenticatevi della terrazza dove potrete vedere tutta la città dall’alto con binocoli completamente gratuiti – o meglio, inclusi nel prezzo del biglietto d’ingresso.

Altra menzione diretta agli amanti della natura è il Royal Botanic Garden con i suoi vari paesaggi e le sue Glass Houses piene di piante tropicali o desertiche da non perdere! E visitate i Princes Garden che vi porteranno sulla strada del Castello di Edimburgo, passando per lo Scott Monument, il più grande monumento mai costruito per uno scrittore.
Gli amanti della storia saranno attratti dai resti del Dean Village a cui potrete accedere con una magnifica camminata sul fiume Leith. Il fiume Percorre tutta la città e se seguite il suo corso, risalite a Stockbridge per non perdervi il mercato che si tiene la domenica.

Alla ricerca di Sherlock Holmes

I posti per gli amanti della letteratura non mancano! Ricordatevi che Sir Arthur Conan Doyle è nato ad Edimburgo ecco perché a Piccadilly Circus troverete la sua statua e il pub a lui dedicato. Non fatevi invece ingannare dal centro dedicato a lui che con lo scrittore noto per Sherlock Holmes non c’entra molto.
Inoltre c’è anche il Museo degli Scrittori, gratis, che si concentra sugli scrittori Stevenson, Burns e Scott.
Nelle vicinanze non perdetevi poi una gita alla cattedrale di St. Giles.
Se poi avete abbastanza tempo, ritagliatevi un giorno per fare uno dei Tour delle Highlands e Loch Ness alla ricerca del mostro Nessie! I posti che vedrete viaggiando dal sud al nord della Scozia vi faranno innamorare di questo stato.

Dove fare shopping ad Edimburgo

Victoria Street

Victoria Street, poco lontana dalla High Street piena di negozi tipici e di souvenir, è la strada che ha dato origine a Diagon Alley. Librerie, negozi di formaggi; antiquari di mappe e piccole botteghe di giocattoli, questa strada è una vera chicca per gli amanti del vintage. La strada termina con la facciata del negozio W. Armstrong & Sons dove potrete trovare di tutto, dalle camicie da notte vittoriane agli abiti Charleston, passando per ogni epoca storica.
La High Street è comunque da visitare con tutti i suoi negozi tipici che si allontanano dalle baggianate che troverete nella strada subito passato il North Bridge.

Gli amanti dell’alcool poi non avranno problemi a trovare dove comprare da bere considerato che Edimburgo è famosa per i negozi di Whisky. Fate un salto al The Scotch Whisky Experience, una vera chicca con tour, shop e ristorante annesso. Un po’ caro ma degno di nota, magari fate visita allo shop dove potrete sicuramente trovare il regalo perfetto per un amante del whisky.
O magari preferite del tartan. La Scozia è famosissima per questo stile e troverete vari negozi pieni di abbigliamento nella Old Town. Kilt a bizzeffe quindi ma non aspettatevi di trovare mota gente indossarli, solo qualcuno il sabato sera.

Dove mangiare

Premettendo che non sempre mangio prodotti locali, spesso e volentieri mangio solo in ristoranti che sembrano italiani. Stavolta ho cercato di variare e quindi ho almeno due posti degni di nota che non potete perdere se passate per la capitale scozzese.

The Conan Doyle Pub

Il primo è sicuramente Oink, locale molto piccolo con posti a sedere che vanno a ruba ma che vale la pena sicuramente. Vi serviranno panini con maiale, accompagnati da una salsa a vostra scelta e cipolla e salvia. In più hanno una zuppa di pomodoro da morirci! Al primo morso – e questo vale solo per chi non vive in Italia da un po’ e ha dimenticato i sapori di casa – vi sembra di mangiare un panino con la porchetta!

Altro locale scozzese che non potete saltare è il pub The Conan Doyle la cui cheese board – per gli amanti del formaggio – è da morirci. In più chi è che non vorrebbe bere una pinta di birra vicino ad un quadro del vecchio Holmes e tra libri datati?

Se invece non potete fare a meno della cucina orientale, provate Cosmo e il suo all you can eat con oltre 150 piatti di nazionalità diverse. Evitate però la sezione Italia che di italiano non ha proprio nulla, almeno nei sapori. Servizio veloce e trovate anche qualche ragazzo italiano tra lo staff simpatico e pronto alla battuta.
Stessa cordialità e simpatia la potrete trovare al Bar Italia! Appena entrati vi sentirete come in una tradizionale trattoria del sud con personale italiano e cuochi nostrani che vi faranno mangiare prelibatezze dimenticate.

  • Dove alloggiare

Dagli hotel super lusso agli ostelli, dalle pensioni agli hotel economici, Edimburgo non manca di nulla. La Old Town ne è piena ma i prezzi ovviamente sono più alti. Spostandavi dal centro, troverete alberghi con le stesse stelle, a prezzi ridotti.
Il mio B&B situato in Ferry Road era a 35 minuti a piedi dal centro ma collegato benissimo dai mezzi che funzionano perfettamente per tutta la città, quindi dipende molto dal vostro budget e adattabilità.

  • BASICS

Ricordate che sarete un’ora indietro in Scozia rispetto all’Italia.
Cambiate i soldi in banca e non nei vari Money Exchange: tendono a fregarvi con la percentuale del cambio pound/euro.
Qualsiasi problema abbiate, il numero d’emergenza è il 999.
Volete muovervi con i bus? Allora dovrete avere i soldi giusti, non un penny di più non uno di meno perché gli autisti non hanno resto né cambio da darvi.
Cercate di andare in primavera o estate quando non congelate dal freddo come ho fatto io! E divertitevi, sempre.

 

Rubrica “Guide di Viaggio”
fb Lost Wanderer
ig LostWanderer.it
ig Veronica
pin.png Lost Wanderer

36 commenti

  • firstepilprimopasso

    Mi piacerebbe visitare Edimburgo, e il tuo articolo mi sembra un’ottima guida per farlo!
    Complimenti sia per le informazioni che per le foto!

  • foodeviaggi

    Proprio quest’anno volevamo andare a Edimburgo. A maggio. Niente. Non si far?, ma sono certa che torneremo a viaggiare e quando si potr? sar? una delle citt? della mia “lista dell’anno”

  • Viola

    Quanto mi piacerebbe visitarla! Un viaggio on the road in Scozia con partenza da Edimburgo, tra castelli e distillerie ? uno dei miei sogni (distillerie perch? per lavoro mi occupo di vini e distillati ahah)…Spero di realizzarlo prima o poi!

    • Veronica

      Spero andrai presto perch? sicuramente vale una visita almeno una volta nella vita se non pi? volte!

  • Cristiana

    Non sono mai stata ad Edimburgo e da fan sfegatata di Harry Potter ci andrei gi? solamente per vedere dove ha preso vita questa fantastica saga! Indubbiamente sono certa che si tratti di una citt? bellissima, ma il motivo principale che mi spingerebbe a intraprendere questo visita sono sicura che sia questo.

  • Silvia

    Ho amato tantissimo Edimburgo!! ? una citt? diversa, con quell?aria gotica che la pervade! Non avevo mai sentito parlare della Edimburgo sotterranea ma quando ci torner? sar? una delle
    Cose da vedere! Grazie Veronica:)

    • Veronica

      L’ho scoperta quasi per caso grazie ai vari leaflet nel B&B dove alloggiavo e mi ? piaciuto moltissimo, le guide poi sono tutte preparatissime.

    • Ilaria Fenato

      Quanto mi manca Edimburgo! Vorrei tornarci subito! Ci ero stata ad inizio settembre ed ho trovato delle giornate di sole meravigliose prima di spostarmi nelle highlands.
      Prossima volta cercher? di aggiungere cose non viste prima, tipo il pub dove la Rowling scriveva, il pub di Sherlock o il museo degli scrittori!! Ottima guida! ?

      • Veronica

        Grazie mille, Ilaria. Ritornerei anche io volentieri ad Edimburgo ad essere sincera, magari in un periodo dell’anno diverso. Noi andammo a Gennaio!

  • Annalisa Artoftraveling

    Fra cercare Harry Potter e scovare Sherlock non saprei proprio cosa scegliere, veramente interessante!

  • Sara Chandana

    Ho proprio voglia di sedermi tra gli elefantini della caffetteria indiana e scrivere! E scoprire questa citt? affascinante e i suoi dintorni, sarebbe un viaggio indimenticabile me lo sento.

  • Blery Ily

    Non ho mai amato Harry Potter, ma Edimburgo ha sicuramente un certo fascino.
    Da visitare…con tutti i luoghi che ci sono nel mondo la mia lista cresce sempre di pi? 🙂

    Blery&Ily

  • Giovy Malfiori

    Dimenticavo… Sherlock Holmes non ? scozzese. Conan Doyle lo ?. Ma Sherlock ? londinese di nascita ed ? sempre vissuto a Londra, spostandosi nel sud dell’Inghilterra.

  • anna di

    Sono stata a Edimburgo tanti anni fa e per lavoro, quindi non posso dire di conoscerla. Mi piace tantissimo l’escursione nei sotterranei, non sapevo che ci fosse. Mentre salterei tutto ci? che riguarda Harry Potter ,che non ho mai seguito. E assolutamente da visitare in estate, troppo freddo per me il resto degli altri mesi.

  • patriziafulltimer

    Deve essere veramente una citt? fantastica! Non sapevo fosse collegata a Harry Potter! Bellissima la storia del cagnolino, una specie di Hachico in versione occidentale. Credo che presto ci far? un viaggio in Scozia

  • Cla

    Questa ? una citt? che vorrei davvero visitare. Mi ha molto interessato l’idea di vedere la parte sotterranea e le viste dall’alto i due opposti insomma

    • Veronica

      La strada per arrivarci ? stata pesantissima per me che non sono allenata ma la vista ne ? valsa la pena!

  • annalisa

    Mi hanno sempre affascinato i sotterranei delle citt?. Mi intrigano le storie che si consumano al buio delle caverne metropolitane. In pi? sono amante del Whisky, quindi credo che organizzeremo presto un bel tour da questa parti!

    • Veronica

      IL tour sotterraneo per me ? stato una scoperta, tra l’altro le guide erano preparatissime e riuscivano a coinvolgere davvero il loro pubblico.

    • Monica Colombo

      Non amo Harry Potter ma i punti panoramici delle tue foto e la Camera Obscura vincono a mani basse!! Mi fai scoprire una Citt? che non conoscevo

  • sabrinabalugani

    Pi? che Harry Potter a me piace l’idea di scovare pezzi di Sherlock che amo e apprezzo maggiormente. Edimburgo ? una citt? che conosco solo di sfuggita ma che mi piacerebbe molto approfondire seguendo le tue indicazioni

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: