Viaggiare con la mente

Due anni di “viaggiare con la mente”

Il secondo anno all’insegna della rubrica “Viaggiare con la mente” è arrivato al termine. In questi dodici mesi sia io che Rainbow avremmo letto un centinaio di libri, messi insieme, se non di più. Azione, commedia, horror, fantasy e tutti gli altri generi che vi vengono in mente, sicuramente sono stati trattati nel corso di questi ventiquattro mesi.

La lettura è una delle nostre passioni e di sicuro non finiremo qui di parlare di libri. Vogliamo però sapere se preferiste che questo format continuasse così con me, dandovi una proposta per entrambe o preferireste qualcosa di diverso come una TBR list (to be read, cioè libri che abbiamo sul comodino e che leggeremo nel corso dell’anno) o recensioni mensili dei libri letti solo di una o dell’altra o di entrambe. Se voleste che includessimo anche più graphic novel o fumetti o se vorreste qualcosa a tema.

Scriveteci un commento, vi leggiamo e da gennaio cercheremo di essere più in sintonia con le vostre esigenze. Nel frattempo vi lasciamo alle due proposte del mese e vi auguriamo buone feste!

La proposta di Veronica

“Dieci piccoli indiani” di Agatha Christie

Una villa appena acquistata da sconosciuti, dieci estranei che non sembrano avere nulla da spartire tra di loro ed un’isola che diventa spesso inaccessibile. Ognuno di loro ha ricevuto l’invito a trascorrere qualche giorno nella villa e tutti hanno accettato, chi per un motivo, chi per l’altro. Tutti aspettando di conoscere il famoso proprietario della villa che in realtà sembra essere ancora più misterioso di quel che credevano.

Ad aspettarli nelle loro camere c’è invece una poesia, una premonizione. Basta leggerla per conoscere il futuro mentre una figura nera aleggia tra le mura di quella villa sinistra.

🕮

Quasi mi vergogno ad ammettere che il primo giallo della Christie che io abbia mai letto risale solo al 2020. E quanto mi sono persa! Una scrittrice eccelsa che sa come intrecciare non solo le vite dei protagonisti ma anche le trame dietro ogni scelta, ogni parola fino ad un finale che ti lascia a bocca aperta. Tutti potrebbero essere colpevoli fino alla fine (a meno che non muoiano prima).

Sono rimasta incollata al libro fin dalle prime pagine. Dopotutto il libro è scorrevole e le sue duecentotrenta pagine si leggono velocemente. La trama è poi basata su una riflessione davvero interessante: il valore effimero della giustizia, le imprecisioni che possono avvenire nell’eseguirla; il senso oggettivo che ognuno ha di essa. E i nostri dieci protagonisti ci mostrano le mille facce che può avere prima di compiere dei gesti estremi.

Lo consiglierei? Assolutamente sì e non solo agli amanti dei gialli che troveranno decisamente pane per i loro denti ma anche agli amanti dei classici e a chi piacciono le storie che danno emozioni su più livelli.

Potete seguirmi e aggiungermi su Goodreads per sapere cosa sto leggendo al momento e quali libri leggerò in seguito. 

La proposta di Rainbow

“Ekho- Mondo specchio” (Arleston- Barbucci)

Anche nel mese di Natale, mi ritrovo a consigliarvi un fumetto. Che volete farci, è deformazione professionale.

Formicola Grattuglia (e già dal nome potete intuire quanto sarà particolare la storia) si trova su un volo intercontinentale, quando appare accanto a lei un bizzarro scoiattolo parlante. Lo scoiattolo informa Formicola che una sua zia è appena passata a miglior vita, e lei deve scegliere se accettarne o meno l’eredità. Confusa, convinta di essere in preda ad una visione per la stanchezza, la ragazza accetta, e si ritrova catapultata su Ekho, un mondo fantasy simile al nostro ma popolato da strane creature. Con lei, suo malgrado, il suo vicino di posto in aereo Yuri, che è stato teletrasportato su Ekho per sbaglio.

Vi ho raccontato solo le primissime pagine del primo volume di Ekho (al momento in Italia ne sono usciti tre), edito da Bao Publishing. Si tratta di una storia molto divertente, con Formicola che scoprirà di poter essere posseduta dagli spiriti delle persone, cambiando anche il suo aspetto e ritrovandosi nei casini (o a risolvere casini).

E se i disegni di Barbucci vi sembrano familiari, vi ricordano qualcosa della vostra infanzia… beh, sappiate che stiamo parlano del disegnatore delle WITCH. Sì, proprio loro. Un motivo in più per non lasciarsi sfuggire questa saga e regalarla (o regalarsela) per Natale.

Se apprezzate i mondi fantasy, le storie ricche di humor e le atmosfere da sogno, Ekho è esattamente quello che stavate cercando!

6 thoughts on “Due anni di “viaggiare con la mente””

  1. La vostra rubrica è adesso più che mai attuale, viaggiare con la mente visto che non lo possiamo fare con le gambe, brave ragazze continuate a farci sognare

  2. Dieci Piccoli Indiani è uno dei miei libri preferiti in assoluto! Me lo sono mangiata in una sera!
    Comunque ragazze. Bellissima questa vostra rubrica. Da amante dei libri, la apprezzo davvero tanto!

  3. La rubrica mi piace molto così com’è, e se dovessi aggiungere qualcosa direi che non mi dispiacerebbe affatto se in più ci fosse una TBR list. Mai come in questo periodo di viaggi cancellati (di nuovo) abbiamo bisogno di viaggiare con la mente!
    La proposta di Rainbow mi incuriosisce molto perché si tratta di un titolo che non conoscevo, mentre quella di Veronica è un grande classico che ogni tanto rileggo.

    1. Grazie mille per il consiglio, Silvia! Direi che da Gennaio ci impegniamo anche alle TBR list e magari anche ad un recap dei libri letti negli ultimi mesi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.