Dieci cose da fare a Malta
Consigli di viaggio Europa

Dieci cose da fare a Malta

Distinta per la sua bellezza di gemma incastonata nel Mediterraneo, per essere una piccola isola, ha moltissimo da offrire a livello di esperienze. Ho riassunto dieci cose da fare a Malta che ho personalmente provato e che vi consiglio caldamente.

Avendo avuto la possibilità di soggiornare per una settimana a Malta, io e Marco abbiamo tratto il meglio dal nostro tempo a disposizione e noleggiando prima una Vespa e poi uno scooter, siamo riusciti a fare un bel giro dell’isola. Infatti, tutte le città sono più vicine di quello che si pensi soprattutto se partite da una posizione centrale come Sliema o Gzira dove troverete tantissimi alloggi come l’Azur Hotel.

Ogni zona dell’isola non solo mostra un volto diverso di Malta ma consente a qualsiasi tipo di viaggiatore di trovare il luogo perfetto per sé.

 #1. Visitare il set di un film: Popeye Village

Dieci cose da fare a Malta: villaggio di Popeye

Non tutti i giorni si ha la possibilità di vedere il set di un film ma a Malta si può. Infatti, nel 1980 hanno girato il film di Braccio di Ferro con Robin Williams come protagonista. Usarono la zona di Melliħa per costruire il villaggio che, ad oggi, è rimasto intatto. Anzi, lo stanno ampliando per permettere sempre a più persone di usufruire dell’esperienza non solo di visitare il vecchio set ma anche per godere della spiaggia di Anchor Bay. Baia ormai visitabile solo dopo aver acquistato il biglietto per il sito.

All’interno del parco cinematografico avrete la possibilità di immergervi nell’ambientazione del musical, potendo entrare in alcuni degli edifici come l’ufficio del sindaco o la casa di Braccio di Ferro. Altri palazzi sono invece stati trasformati in un paio di ristoranti o come zona d’ombra per alcuni lettini. Vi è anche una piscina adibita per i più piccoli.

Inoltre ad Anchor Bay hanno allestito un vero e proprio parco acquatico con degli slides di gomma e altri giochi per intrattenere tra una nuotata e l’altra i visitatori. In più, si può assistere a degli spettacoli per rivivere alcune scene del film, completamente interattive. Gli attori infatti cercano sempre gente fra il pubblico per intrattenere e divertire gli spettatori.

Orari e costi: Il villaggio è aperto da Novembre a Marzo dalle 10:00 alle 16:30. Il costo del biglietto è di 12€ per adulto e di 9€ per i bambini dai 3 ai 12 anni. Il resto dell’anno invece chiude alle 17:30 ed i biglietti salgono a €15 e €12.50. Inoltre nei mesi di luglio ed agosto si applicano tariffe più alte partendo dai 18€ ai 14€ quando il parco chiude alle 18:00.

#2. Provare la cucina locale tra le dieci cose da fare a Malta

Dire di aver visitato un paese senza averne assaggiato la cucina, è come essere stati in un luogo a metà. Per conoscere la cultura locale a fondo, bisogna passare anche dallo stomaco. E chi siamo noi per contraddire questa tradizione? Ancora meglio se lo street food più famoso costa poco meno di 1€ ed è delizioso.

Il Pastizz è un triangolino di pasta sfoglia leggera, come quella greca, che viene tradizionalmente riempito con ricotta o con dei piselli speziati al curry. Ottimi come snack,  in alcune zone dell’isola mangiano i pastizzi anche a colazione.

Potete acquistarli in pastizzerija e trovarli con diversi gusti, dai salati a quelli dolci. I miei preferiti erano quelli con pollo e funghi. In pastizzerija potrete però trovare ache altri prodotti da forno, ottimi come pranzo a sacco.

Curiosità: in maltese il termine pastizz è anche usato per riferirsi all’organo sessuale femminile vista la sua forma. In più, esiste l’espressione “vendere come i pastizzi” per dire che qualcosa va a ruba.

#3. Passare un paio d’ore all’Acquario Nazionale

Dieci cose da fare a Malta: Aquario

Posto su due livelli, l’Acquario Nazionale di Malta presenta molte delle specie marine che si trovano non solo sull’isola principale ma anche a Comino e Gozo ed alcune specie tropicali.

L’entrata principale posta al piano terra presenta la biglietteria, una zona ristoro e lo shop del sito. Scendendo le scale si accede invece alle vasche dove poter scoprire non solo nuovi animali marini ma anche da dove provengono e qualche curiosità su di loro, attraverso i pannelli appositi.

Ovviamente non mancano neanche la sezione dedicata agli anfibi e ai rettili, così come quella ai coralli marini, molluschi e meduse. Durante la visita potrete persino vedere gli squali nuotare sopra le vostre teste.

Orari e costi: Aperto dalle 10:00 alle 18:00, l’acquario accoglie i suoi visitatori giornalmente. Il costo del biglietto è di 13,90€ dai 13 anni in su e di 7€ ai 4 ai 12. Sul sito trovate tutte le offerte e le opzioni per gli sconti famiglia.

#4. Dieci cosa da fare a Malta: nuotare nella Blue Lagoon

Dieci cose da fare a Malta: Blue Lagoon

Sapete quando immaginate di essere in paradiso, dove il fondo marino si vede ad occhio nudo ed avete tutto il posto per voi? Ecco, dimenticatevelo. La mia esperienza nella Blue Lagoon di Comino non poteva essere più lontana.

Vedevo spesso su Instagram immagini di questa laguna splendida tanto che mi immaginavo già lì. Così quando abbiamo prenotato il viaggio a Malta, mi ero segnata tra le cose da fare l’escursione sull’isolotto. Peccato che quello che mi è apparso davanti è stata la scena di un film horror.

Dramma a parte, non solo il luogo era sovraffollato e sfruttato al massimo dalla vendita di lettini per 15€ l’uno, ma anche l’acqua non era né cristallina né pulita. Anzi, ad agosto abbiamo anche trovato gente che fumava allegramente e spegneva le cicche in acqua, lasciando galleggiare i mozziconi come nulla fosse.

Allora perché vi consiglio di nuotare nella Blue Lagoon tra le dieci cose da fare a Malta? Perché basta spostarvi di pochissimo, nella caletta adiacente, poco distante dall’attracco delle navi per trovare il luogo paradisiaco che tanto sognavo. Le acque chiare e limpide, poca gente con cui condividere delle rocce e un posto perfetto dove tuffarsi. Sarebbe bastato fermarsi lì subito per godere della bellezza del posto.

Per raggiungere Comino ci siamo affidati ad una delle bancarelle del lungomare di Sliema. Viaggiando con la compagnia Supreme, abbiamo passato più tempo in mare di quello che avremmo fatto con altre agenzie per lo stesso costo. 15€ a persona per partire proprio dal porto di Sliema e tornare nello stesso a fine giornata. Tutto sommato, è un’esperienza che consiglio se avete tempo a vostra disposizione.

#5. Scoprire Mdina

Dieci cose da fare a Malta: esplorare Mdina

Vecchia capitale di Malta e set della prima stagione di Game of Thrones, Mdina sa di tempi antichi. Completamente fortificata, si accede alla città tramite la porta che fu anche l’ingresso di Approdo del Re nella celebre serie televisiva.

Completamente color ocra, Mdina è abitata da poco meno di 250 abitanti. Girovagando fra le strade, troverete affissi delle placchette che vi inviteranno al silenzio. La città è infatti soprannominata “silenziosa” proprio perché non si sentono schiamazzi né trambusto. Si cammina placidi, immaginando come doveva essere abitarvi negli anni d’oro.

All’interno delle mura, potrete persino fare un giro in un calesse tipico maltese trainato da cavalli. Noi abbiamo preferito gironzolare a piedi, con i nostri tempi, anche se il cocchiere ci avrebbe sicuramente intrattenuto con storie della città.

Però siamo entrati al Mdina Dungeons o Museo delle Torture di Mdina: all’interno vari pannelli spiegavano non solo le scene raffigurate dalle statue ma anche un riassunto della storia di Malta. Decisamente interessante, ricco di curiosità e molto economico visto che il prezzo del biglietto è di soli 5€. I bambini pagano invece la metà ed il museo è aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 16:30.

Consiglio: Gestire il tempo in vacanza non è sempre facile, però non potete perdere un giro a Mdina. Inoltre, dista solo una mezz’ora dalla Valetta sia con il bus 51, 52 e 53 o in macchina.

#6. Mangiare pesce fresco a Marsaxlokk

Dieci cose da fare a Malta: mangiare pesce fresco

Riuscire ad accontentare le esigenze di mangiare pesce fresco di due siciliani non è cosa semplice. Eppure, Malta non ci ha delusi neanche una volta. Sia a Gzira, luogo dove abbiamo alloggiato a Malta, sia in altre zone, abbiamo sempre mangiato benissimo. Spesso ci è sembrato di stare sulla nostra isola, e non smetterò mai di dire quanto Malta sia il connubio perfetto tra la Sicilia e l’organizzazione burocratica inglese.

Però, a soddisfarci davvero è stato poter mangiare la pasta con i ricci. Non molti posti la fanno né la sanno fare, quindi quando ci siamo imbattuti nella lavagnetta di un ristorante di Marsaxlokk che la aveva nel menù, non abbiamo resistito. C’è da dire che a Marsaxlokk c’è il mercato del pesce ogni giorno, quindi è impossibile non trovare dei buoni prodotti ittici nei ristoranti della zona. Però il lungomare è pieno di locali super turistici, mentre Harbour Lights era più isolato.

Purtroppo la prima volta che abbiamo chiesto, non la avevano perché non erano arrivati i ricci. Abbiamo provato però un paio di sere dopo e, finalmente, l’abbiamo gustata. Un posto super consigliato!

#7. Provare uno sport acquatico

Temperature miti tutto l’anno e calde estati rendono Malta perfetta per gli sport acquatici. In tutta la costa troverete sempre dove poter affittare attrezzatura sportiva o comprare un’esperienza.

Potrete scegliere tra windsurf, parasailing, sci d’acqua, immersioni, canoe e kayaking. Una scarica d’adrenalina dietro l’altra. O prendere in considerazione il noleggio di una barca e visitare le diverse baie di Malta in completa autonomia.

I prezzi variano dalle zone e dal tipo di sport acquatico che vorrete provare. Si parte da 20€ fino a 180€ per il parasailing in due a Golden Bay per esempio. Il prezzo è del 2021 però, quindi meglio informarsi prima. Io avrei voluto provarlo ma ho desistito proprio per la somma abbastanza onerosa.

Marco è stato più fortunato e con meno di 20€ ha noleggiato un kayak per un’oretta a Balluta Bay, a Sliema, spuntando una delle esperienze che ha sempre voluto fare dalla sua bucket list.

#8. Tuffarsi da St. Peter’s Pool

Dieci cose da fare a Malta: St. Peter's Pool

Situata a Marsaxlokk, a sud dell’isola, St. Peter’s Pool è una piscina naturale incastonata tra le rocce. Dista da La Valletta una quarantina di minuti in auto o un’ora e mezza con due bus. Si può accedere al posto dal parcheggio del sito e attraversando un bar che, tramite scaletta, vi porterà direttamente tra le bianche rocce del luogo di balneazione.

Evitate il mese di agosto però, trovare posto per le proprie cose sarà un’impresa impossibile. Infatti, nei mesi estivi St. Peter’s Pool viene presa d’assolta dai turisti e dagli amanti dei tuffi. I più inesperti possono usare la scaletta installata per risalire sulle rocce. Altrimenti, provate l’ebrezza di tuffarvi da tre metri o, se siete esperti, da quasi sette metri.

Noi, purtroppo, siamo andati proprio ad Agosto. In moltissimi si fermano a prendere coraggio prima di buttarsi, ma una volta saltati in acqua, avrete una scarica di adrenalina assurda. Marco, ad esempio, si è buttato due volte senza problemi. Mentre io, credo di essere stata dieci minuti buoni a fissare il mare prima di smettere di pensare e godermi quei secondi interminabili prima i sentire l’acqua avvolgermi. Un’esperienza da fare una volta nella vita!

#9. Girare la Valletta col trenino turistico

Dieci cose da fare a Malta: Valletta

Esplorare una nuova meta a piedi, per noi è una prerogativa. Eppure, quando si è trattato di La Valletta, non abbiamo resistito ad evitare la lunga salita che portava al centro e salire du uno dei trenini turistici. Sbarcando dai traghetti di Valletta Ferry Services che partono da Sliema, con un costo irrisorio di 2,80€ a persona a/r, troverete ad attendervi al porto della capitale, alcuni trenini che vi porteranno fino alla piazza centrale: Pjazza San Gorg. Qui potete vederla dal vivo in webcam.

Affidandoci ad una guida affabile, siamo saliti sull’Hippity Hop al costo di 5€ a persona, anche stavolta incluso il ritorno. Non solo abbiamo fatto un giro esterno al centro della città, ma abbiamo avuto il piacere di scoprire nuove informazioni e curiosità grazie alla guida. Soldi ben spesi, se volete il mio parere.

Così, scopriamo che le donne che non potevano farsi vedere fuori di casa, tenevano contatto con altre donne tramite i balconi sporgenti colorati, tipici di Malta. Inoltre, i balconi erano stati concepiti per avere spazio in più nelle case. E non sono mancate anche le curiosità sui film girati a La Valletta. Sapevate infatti che Il Gladiatore era stato girato proprio tra le strade della capitale maltese? Uno degli attori, Oliver Reed, ubriacone patentato morì proprio qui al “The Pub” dove potrete trovare un articolo di giornale relativo alla notizia.

(La curiosità in realtà era più per me e gli altri viaggiatori perché Marco, esperto cinefilo, conosceva già la storia.)

#10. Tentare la fortuna al casinò

Photo by Adrian Trinkaus on Unsplash

Forse non tutti lo sanno, ma io e Marco abbiamo un passato nei casinò. No, non eravamo giocatori, bensì ci lavoravamo. Mentre io ero alla reception, Marco era (ed è tutt’ora dopo una breve pausa lavorativa in un altro settore) un croupier. Vi posso assicurare che non esistono strategie o giochetti che tengano, per scommettere ai tavoli e alle macchinette ci vuole solo fortuna.

Ebbene, per chi non ha mai giocato d’azzardo o vuole semplicemente passare una serata diversa, tentare la fortuna al casinò può essere una bella idea. Ponetevi però un limite. Ad esempio 20€ può essere il vostro massimo, se li perdete, al massimo sono “solo” quelli. Se li raddoppiate, buon per voi!

I Casinò di Malta si trovano tutti nella zona di St. Julian. Noi abbiamo visitato quello di Portomaso Marina, dove bisogna registrarsi ed avere con sé un documento valido per entrare. Le nostre carte d’identità italiane cartacee non vengono viste di buon occhio, è bene quindi portare con voi il passaporto. Troverete inoltre molti croupier italiani ai tavoli, infatti chi studia per questa professione spesso fa le prime esperienze proprio su quest’isola.

 

Cosa vi intriga di più? Vi piacerebbe visitare Malta?

 

← Altri consigli di viaggio

Lost Wanderer

veronica

Lost Wanderer

 

Like it. Share it. Pin it!

33 pensieri su “Dieci cose da fare a Malta”

  1. Mi è piaciuto tanto visitare il Villaggio di Braccio di ferro, un luogo simpatico e unico…è stato un po complicato raggiungerlo ma ne è valsa la pena.

  2. Ho avuto la fortuna di visitare Malta nel mese di gennaio. Ho dovuto ovviamente rinunciare al mare ma ho goduto a pieno di ogni luogo per la pochissima presenza di turisti. Leggere le dieci cose da fare a Malta è stato come ripercorrere un bellissimo viaggio.

  3. Ho in programma di andare a Malta a settembre e questo articolo è capitato davvero a fagiolo! Mi hai dato un sacco di ispirazioni e dritte davvero utili. Grazie mille

  4. Ho un caro amico che si è trasferito da pochi mesi a Malta e gli inoltrerò questo articolo davvero interessante! Appena avrò modo colgo occasione per andarci

  5. Ho vissuto a Malta tre mesi per via del progetto Leonardo e mi trovo molto d’accordo con tutto quello che hai scritto nell’articolo, soprattutto per la parte che riguarda Blue Lagoon! Per fortuna anche noi abbiamo scoperto la caletta nascosta se no sarebbe stata una delusione pazzesca. Terribile il poco rispetto che hanno per un posto così paradisiaco! Mdina vale assolutamente la pena come dici te e il Popeye’s Village è una chicca da non perdere :)!

  6. Che bella Malta! L’ho scoperta in occasione della mia laurea ormai diversi anni fa! 😀 Ci sono stata in aprile, ancora bassa stagione e senza troppi turisti è stata davvero una bellissima gita! E i Pastizzi…che buoni! Oltre al pesce freschissimo, naturalmente 😉

    1. Non si resiste al pesce fresco! E neanche ai pastizzi, anche noi vorremmo tornare in bassa stagione, abbiamo troppo amato Malta.

  7. Malta è un’isola che da un po’ ci ripromettiamo di visitare ma poi, per un motivo o per l’altro, è andata a finire che non ci siamo ancora andati. Il tuo articolo offre spunti interessanti, lo terremo in considerazione quando finalmente prenoteremo

  8. Malta è uno di quei luoghi che punto da tanto, troppo tempo! Devo cercare di organizzare almeno una decina di giorni per aggiungere anche Gozo, dove il mare ha pochi rivali! A livello storico è poi molto intrigante!

    1. Malta ha tutto tra storia, architettura, cultura, cibo…! Avrei voluto visitare Gozo anche io ma non abbiamo avuto il tempo ma sicuramente torneremo a Malta.

  9. Adoro Malta: ci sono stata un paio di volte e ci tornerei una terza. Ho fatto quasi tutto, tranne il tuffo (perché c’era troppa gente e io sono una di quelle che si buttano strizzandosi il naso e mi vergognavo troppo), gli sport acquatici (perché di solito collasso sul lettino con un buon libro) e non ho visto il set cinematografico (ero più concentrata sul Trono di Spade che non Braccio di Ferro). Però con il cibo ci ho dato dentro!

    1. Anch’io tengo il naso tappato quando mi tuffo ma non mi sono preclusa l’opportunità, pur sentendo un sacco di sguardi puntati. Ci sono voluti dieci minuti buoni prima di buttarmi ma alla fine ho superato la paura!
      Il Trono di Spade ma non solo, Malta in realtà è stata lo scenario di un sacco di film!

  10. Malta è uno di quei pochi luoghi che io ho visitato di fretta, la mia destinazione finale era Gozo, ogni volta che leggo articoli su questa destinazione mi pento di non aver avuto più giorni da dedicarle

    1. Invece io mi pento proprio di non aver fatto un’escursione a Gozo, l’avrei probabilmente preferita a Comino.

  11. Mi segno sicuramente questo tuo post perché spero di riuscire a passare qualche giorno a Malta al prossimo rientro in Italia. Ma direi che cercheremo di evitare agosto perché sembra sia proprio affollata! Peccato per la delusione della Blue Lagoon!

    1. Se non fosse che era quasi un anno che non viaggiavamo per via della pandemia, avrei evitato volentieri Agosto anche io, soprattutto per le temperature!

  12. Mi attira Malta per tutte le cose che hai descritto, ne ho sempre sentito parlare bene e davvero tra mare ed esperienze varie sicuramente non si ci annoia

  13. Questo articolo lo giro subito a mio marito che mi dice sempre che a Malta non c’è niente da fare! Così lo convinco per un viaggetto a Malta e sennò vado da sola! 😉

  14. Malta è stata per ben due anni la meta di molti miei week end. Ti suggerisco l’undicesima cosa da fare: vedere Mosta. Sul grande cupolone della sua chiesa si schiantò una bomba che non esplose.

  15. Sarebbe davvero bellissimo poter andare con i nostri SUP per baie cristalline come queste. Vedo che gli sport acquatici vanno per la maggiore quindi credo che Malta faccia proprio al caso nostro!

    1. Moltissimo, in quasi tutte le spiagge troverete chioschetti e negozi che vendono attrezzatura o esperienze per sportivi!

  16. Non sono ancora stata a Malta ma senza dubbio tra le prime che cose che farò ci sarà l’assaggio dei pastizz che mi sembrano deliziosi e il bagno nella Blue Lagoon!

    1. Magari scegli la caletta vicina alla Blue Lagoon come consiglio, perché la “laguna” vera e proprio non è proprio pulitissima.

  17. Siamo stati a malta per il ponte dell’8 dicembre, ma abbiamo fatto solo alcune delle cose che hai descritto nel tuo articolo. Infatti, le temperature non sono tali da praticare attività balneari; ci siamo però dedicati alla visita delle città più belle e famose dell’isola, soprattutto la Valletta.

    1. Noi, al contrario, non abbiamo dedicato moltissimo tempo alla capitale ma abbiamo girato più in altre zone.

  18. Quando penso a Malta, la collego alla maratona che si tiene a marzo, si lo so noi runners siamo malati. Ma leggendo i tuoi consigli, sarebbe un binomio perfetto…sport e tanto cibo! Oltre a tutte le altre esperienze.

  19. Sai che proprio lo scorso weekend ho scoperto per caso del villaggio di Popeye? Non ho visto il film, e non sapevo nemmeno che esistesse!
    Lascerei perdere gli sport acquatici perché ho il coraggio di una polpetta, e infatti al posto di “parasailing” ho letto “paralysing” 😉
    Ah, il cibo! Potrei trascorrere le mie giornata a mangiare in un posto come Malta. Ho sentito spesso parlare dei pastizzi e la curiosità è tanta.
    Peccato per la Blue Lagoon, ma i tizi che buttano i mozziconi in acqua cosa hanno in testa? Mi segno il tuo consiglio sulla caletta vicina!

    1. Ammetto che neanche io conoscevo il film e se non fosse stato per Marco né per il villaggio, probabilmente non l’avrei mai scoperto!
      Direi che più che gli sport acquatici, bastano le spiagge ahahah
      I pastizzi sono buonissimi, tra l’altro (curiosità non richiesta) hanno da poco aperto una pastizzeria a Cardiff, provata subito!
      E per la Blue Lagoon guarda, una delusione… Il poco rispetto che ho visto lì non pens di averlo visto in altre parti!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.