Conosciamoci meglio

Immagine creata da Myhappyplacevg appositamente per lostwanderer.it

Abbinare un volto ai blogger che seguiamo non è solo una questione di curiosità. Si crea una connessione con una persona reale una volta visto chi sta dietro uno schermo. Noi non abbiamo mai fatto mistero su chi fossimo. 

Due ragazze che si sono conosciute tra i banchi di scuola. Divise successivamente da chilometri che negli anni sono solo aumentati, purtroppo aggiungeremmo. Una siciliana e l’altra pugliese con passioni comuni tra le quali quello della scrittura.

La voglia di raccontarci ci ha spinto a condividere uno spazio sul web che è Lost Wanderer. Una piattaforma per tutti quelli che navigano la vita con curiosità senza paura di perdere la rotta. Ed oggi ci raccontiamo più a fondo, sperando di rispondere all’interesse che possiamo avervi suscitato.   

Veronica Sieli

 

Veronica di Lost Wanderer, fondatrice del blog

Ciao, sono la fondatrice di Lost Wanderer e voglio darti ufficialmente il benvenuto nel mio blog. Lo condivido con una persona molto speciale per me, una sorella. La migliore amica che si possa desiderare. 
Conosciuta tra i banchi di scuola di un liceo linguistico, io e Rainbow ci siamo trovate tutte. La nostra amicizia dura da quel lontano 2004. 

Quando ho pensato a creare questo piccolo spazio sul web, non potevo che includere nel progetto la persona più creativa e dall’incredibile sense of humor che conoscessi. Così è nata questa collaborazione tra me e Rainbow.

Chi sono io?

Mi chiamo Veronica, classe 1990. Sono siciliana e fiera della mia terra. 

Grazie ad i miei genitori ho imparato ad amare i viaggi fin da piccola. Quando ancora non sapevo neanche cosa fosse un’on the road, passavo ore in macchina con i miei, visitando le diverse regioni italiane, cantando a squarciagola le canzoni dei grandi della musica italiana. Le mappe cartacee erano ancora gli unici aiuti a cui ci si poteva aggrappare quando si perdeva la strada.
Negli anni ho iniziato a sognare di andare sempre più lontano e trasferirmi all’estero. Così dopo il diploma al linguistico e una laurea in Scienze della Comunicazione, ho realizzato il sogno.

Londra la immaginavo bellissima, accogliente e soprattutto mia. Fantasticavo già dai banchi di scuola e dopo anni ho staccato un biglietto solo andata e ho iniziato la mia vita da expat nel giugno del 2014. Purtroppo da buona Sagittario, difficilmente riesco a stare in un posto troppo a lungo, soprattutto quando inizia a non andarmi più bene l’ambiente circostante. Così mi sono trasferita nuovamente trovando finalmente stabilità a Cardiff, in Galles.

Continuo a viaggiare proprio per spezzare la routine e non sentirmi con le ali tarpate. Al fianco ho il mio compagno, Marco che mi sopporta dall’ottobre 2014. Sul blog ti racconto dei miei viaggi in coppia, dei luoghi della mia terra e di come riuscire a vivere una vita da expat senza perdere la testa.

Appassionata di fotografia, quando sono in gruppo sono quella rimasta indietro. Scatto i dettagli che mi riempiono gli occhi. E il cibo, perché sono una buona forchetta e mi piace provare sempre nuovi piatti. 
Conservo scontrini, biglietti del treno, aerei e vari biglietti da visita durante i miei viaggi. A casa inizio a creare i miei scrapbook di viaggi con tutto ciò che ho raccolto e tutte le foto scattate. Alla fine poi torno sul blog e vi racconto tutto. 

 

Rainbow Splash 

rs

Se mi chiedeste “Cosa indossavi il primo giorno di liceo?” vi risponderei “Ma che ne so, non ricordo nemmeno cosa sto indossando adesso!”
Però c’è una persona di cui mi ricordo, nonostante siano passati un bel po’ di secoli da quel lontano Settembre 2005. Aveva i capelli neri legati in una coda, un paio di scarpe da ginnastica bianche, una maglietta celeste, (o forse grigio chiaro?), e uno zaino a sacchetto sulle spalle. E aveva un sorriso di quelli che trasmettono serenità, anche in un giorno come il primo giorno di liceo, quando i traumi sono dietro l’angolo.

Chi era quella persona? Veronica. E se vi state chiedendo come mai mi ricordi di lei, ma non degli altri, non ve lo saprei dire. La memoria è una cosa strana, e a volte fa scherzi del genere.
Ovviamente non avevo idea del fatto che Veronica sarebbe diventata una sorella per me, ma di lei mi ricordo, mentre teneva le mani in tasca e mi chiedeva se fossimo nella stessa classe.

Come ci siamo finite io e Veronica ad aprire un blog insieme?
Questo dovreste chiederlo a lei, perché l’idea è tutta sua, io mi sono solo limitata a cogliere al volo l’occasione.

Chi si cela dietro Rainbow?

Voi riuscireste a vivere senza respirare? Ne dubito. Ecco, per me scrivere è come respirare. Lo faccio per professione, per passione, per vocazione. Al di fuori del blog, scrivo fumetti e insegno in una scuola di fumetto, oltre a lavorare per una casa editrice.
Passo le mie giornate immersa tra parole e racconti. E da questa immersione nascono i miei manuali di sopravvivenza, guide semiserie alla vita quotidiana, ma anche le riflessioni di una fuorisede e i miei consigli sul beauty, l’altra mia grande passione dopo la scrittura.
In realtà di passioni ne ho parecchie: viaggi, cinema, serie tv, videogiochi, fumetti, letture…. qui sul blog ne vedete giusto qualcuna.

Gli appassionati di astrologia potranno facilmente intuire che sono dei Gemelli, una Gemelli fatta e finita. In fondo, persino il mio nickname suggerisce qualcosa di me: sono un gavettone di colori, e mi piace investire gli altri (che lo vogliano o meno) col mio buonumore.

Quanto c’è di Antonella (il mio vero nome, piacere di conoscervi) in Rainbowsplash, il personaggio pasticcione, distratto, polemico e sempre in situazioni assurde che “interpreto” nel blog? Probabilmente più di quanto pensiate. Se credete che il personaggio di Rainbowsplash sia esagerato, è solo perché non avete avuto modo di conoscere la persona che si cela dietro questa firma.

 

Buona permanenza nel nostro blog e buona lettura!